domenica 16 ottobre 2016

Gnocchi senza patate al ragu'

Gnocchi senza patate



Gli gnocchi già descritti a partire dalla seconda metà del Settecento,nel 1880 si diffusero a macchia d'olio quelli a base di patate. Sono un cibo antichissimo, preparati in tanti modi ,quelli preparati con il semolino vengono soprannominati alla romana, questa volta ho voluto confrontarli con quelli senza patate, solo con farina e acqua e ammetto che sono eccezionali soprattutto per chi non tollera le patate. Più vengono preparati di dimensioni elevate e più saranno morbidi.Nella città di Roma gli gnocchi rappresentano il piatto tradizionale del giovedi, a Napoli e' il piatto della domenica con il famoso ragu'. A Verona un piatto di gnocchi al pomodoro  consumato il "Venardì Gnocolàr", giorno della sfilata dei carri di Carnevale.

Ingredienti per 4 persone:
500 g di farina
500 ml di acqua
sale qb
300 g di fiordilatte
parmigiano reggiano grattugiato
foglie di basilico
spezzatino di carne
salsa passata

Prima di tutto mettiamo a bollire l'acqua, deve essere tutto veloce.
versiamo la farina e con il cucchiaio di legno  giriamo velocemente perchè tenderà subito ad attaccarsi



Versiamo il composto su una spianatoia E cominciamo ad impastare anche se l'impasto scotterà un bel pò, ma va lavorato caldo, aggiungete altra farina se l'impasto risultera' troppo appiccicoso.
Stacchiamo dall'impasto piccoli pezzi e formiamo dei serpenti con le mani, tagliamo gli gnocchetti con un coltello.man mano che si lavorano si aggiunge un pochino di farina



tagliamo il fiordilatte a pezzetti,

Quando l'acqua bolle
versiamo gli gnocchi nella pentola aggiungiamo il sale e per la cottura non c'è un tempo preciso, saranno cotti quando saliranno a galla,

condiamo con il sugo, uniamo i pezzetti di fiordilatte e con una bella grattugiata di parmigiano e il basilico insaporiamo il tutto e buon appetito!



martedì 26 luglio 2016

CHEESECAKE AL CIOCCOLATO E PANNA ( senza uova solo con formaggio philadelphia)



La cheesecake è un dolce sempre amato;la torta al formaggio può essere principalmente di due tipi: cotta e cruda. Ne esistono diverse varianti, realizzate nelle differenti nazioni in cui la torta è diffusa È un dolce tipico della Gran Bretagna
Nella cucina dell'antica Roma si preparava una torta ripiena di miele e ricotta. Alcune ricette richiedono anche foglie di alloro, che potrebbe essere stato usato come conservante.
Le cheesecake italiane sono solitamente guarnite con ricotta o mascarpone, zucchero, vaniglia e, talvolta, orzo in fiocchi e frutta candita

Per la base biscotto:

300 g di biscotti Digestive
100 g di burro
1 cucchiaio di miele

Per la farcia:

100 g di zucchero
250 g di formaggio Philadelphia
75 g di cacao amaro
un bicchiere di latte
200 ml di panna
vaniglia
zucchero a velo



Decorare a piacere,(con granella di zucchero,con granella di nocciole, o con tartufi al cioccolato o con ciuffi di panna)

Preparazione

Tritare finemente i biscotti,
aggiungere il miele e il burro fuso; amalgamare con il cucchiaio di legno



 preparare la teglia di 24 cm di diametro foderata di carta da forno,versatevi il composto di biscotto
ben compatto con una spatola e mettere nel congelatore per 30 minuti




Nel frattempo montiamo la panna e mettiamo in frigo,

prepariamo la farcia di cioccolato in un pentolino sul fuoco col bicchiere di latte e il cacao setacciato per evitare che si formino i grumi,girare fino a quando diventa omogeneo e morbido.



Prendere una ciotola capiente e lavorare il formaggio con lo zucchero,unire la vaniglia e aggiungere la crema di cacao, meta' panna e lavorare con una spatola girando dal basso verso l'alto.


Stendere uno strato di farcia di cioccolato sulla base di biscotto ben livellato,


stendere un altro strato con la panna rimasta e farne un altro con quella al cioccolato.Decorare a piacere






mercoledì 20 luglio 2016

GIRELLE FREDDE DI PAN CARRE'  FARCITE

Una buonissima idea per una festa o una cena d'estate per servire le tartine fresche usando la vostra fantasia!

Occorrente

Ingredienti per 12 girelle:
4 fette di pane per tramezzini rettangolari
maionese
tonno
pate' di tonno
pate' di salmone
1 barattolino di acciughe
50 gr di speck
rucola
1 pomodoro
matterello



Stendere con il mattarello ogni striscia di pane per tramezzini


Stendere su uno strato di pane per tramezzini della maionese, o pate' di tonno o pate' di salmone;e farcirli a piacere: con maionese e tonno, con salmone , con speck, con acciughe e abbinare secondo i propri gusti

aggiungere sempre foglie di rucola.
 Arrotolare dolcemente dal lato corto,


avvolgere nella pellicola trasparente e riporre i rotoli di pancarré farciti in frigo per almeno un'ora.


avvolgere nella pellicola trasparente e riporre i rotoli di pancarré farciti in frigo per almeno un'ora.

Una volta raffreddati in frigo togliere delicatamente la pellicola e tagliare formando delle girelle e disporle su un piatto da portata e servire su foglie di insalata.



domenica 5 giugno 2016

Buona domenica oggi " Genovese"

GENOVESE

E' certo è che Genovese (e Genovesi) è un nome, oltre che un toponimo, ben diffuso in tutto il Regno da molti secoli

C’è, appunto chi antropologicamente parla di ristoratori genovesi che al porto cuocevano la carne con la cipolla a cui i napoletani avrebbero poi aggiunto la pasta. Ma di questa preparazione non c’è traccia seria o comunque diffusa in Liguria.

Per completezza va detto che altre fonti storiche fanno risalire la ricetta ai marinai della "Superba" che sbarcavano a Napoli nel XVIII secolo portando con se anche le loro abitudini alimentari
La cipolla, più della carne e di ogni altra cosa, è l’arma vincente di questo piatto. Non va assolutamente usata quella bianca o, peggio, quella fresca. In Italia si trova ovunque quella conosciuta come di Tropea, che è la più adatta perché più matura e forte per aggredire la carne.
Ziti, ossia i maccheroni che si usavano nei matrimoni (zita vuol dire sposa), spezzati a mano. Essenziale che i pezzettini di pasta che restano durante questa operazione finiscano in pentola perché contribuiscono ad amalgamare ulteriormente il piatto: i più golosi se lo riservano come ultimo boccone

DEVE " PAPPULIARE COME IL RAGU'"
Poi ognuno ci mette il suo.

Ingredienti per 4 persone:
Il taglio da preferire è il cosiddetto "gamboncello", il muscolo dello stinco del bovino che noi chiamiamo "lacierto"
1 pezzo di carne da un chilo e mezzo
olio extravergine d'oliva
1 gambetto di sedano
1 carota
2 chili di cipolle
una carota,
sedano
sale q.b
peperoncino
1 chilo di ziti spezzati a mano
formaggio romano grattugiato



Tagliamo la carne a pezzi medi m non troppo piccoli.
Facciamo rosolare la carne nell'olio, girando e rigirando con un mestolo di legno
Si aggiungono la costa di sedano e le carote che avremo tagliato molto finemente, si rosola ancora e si sfuma con il vino bianco. Si aggiungono poi le cipolle tagliate a fettine "sottilissime":  Le cipolle prima vanno lavate in acqua. Si aggiungono un paio di bicchieri di acqua, si copre il tutto con un coperchio e si porta ad ebollizione.
Togliamo il coperchio, saliamo, mettiamo al minimo il fuoco e partiamo con la cottura lenta, il tutto dovrà durare almeno 3 ore.








La cottura è terminata dal colore e dalla consistenza del sugo alla genovese: deve essere marroncino e deve avere una consistenza cremosa



A parte abbiamo spezzato gli ziti e calati in acqua, al dente

Buttiamo la pasta nel sugo, giriamo, e aggiungiamo, secondo il nostro gusto, peperoncino o pepe e formaggio pecorino
E buon appetito!

giovedì 2 giugno 2016

CROSTATA DI MELE

Crostata di mele con marmellata di albicocche



La crostata di mele per me e' la piu' buona rispetto alle torte di mele, e' sicuramente piu' gustosa e friabile. Stamattina ho preparato questa crostata prima per soddisfare i miei gusti e poi per accontentare i miei ospiti che si trovano a casa per visitare la Reggia di Caserta

Per realizzare una buona pasta frolla occorre lavorare velocemente l’impasto, perchè il calore delle mani scalda troppo il burro e questo avrebbe l’effetto di rendere l’impasto elastico ed appiccicoso, mentre la pasta frolla della crostata deve essere friabile


Tempo di preparazione: 15 minuti
Tempo di cottura: 40 minuti

Ingredienti:

- 2 mele
- farina 00: 300 gr.
- zucchero: 120 gr.
- uova: 2
- burro: 150 gr.
- sale: 1 pizzico
- limone grattugiato: 1
- 1 cucchiaino di lievito in polvere
- marmellata di albicocche uno strato
- zucchero a velo



Preparazione:

Mettere la farina sulla spianatoia, unire lo zucchero, il sale, il burro, il cucchiaino di lievito, e mescolare il più possibile. Disporre a fontana e al centro fare un incavo con il pugno chiuso,unire le uova,il cucchiaino di lievito, limone grattugiato e impastare velocemente.
Prendete la pasta, formando una palla, avvolgetela nella pellicola e far riposare in frigo per almeno 30 minuti

Nel frattempo ho tagliato le mele e le ho messe a marinare in una ciotola con un limone e un cucchiaio di zucchero.


Ho imburrato la tortiera e vi ho steso la pasta frolla ,ho steso la marmellata e l'ho livellata perbene







Ho assemblato le fettine di mele iniziando dal bordo della tortiera fino al centro Infornare a 180 °C per 40 minuti circa
Co l'avanzo della pasta frolla ho realizzato dei biscottini ed ecco il risultato!