lunedì 27 gennaio 2014

E' tempo di insalata

E' TEMPO DI INSALATA

L'origine dell'insalata è ancora incerta, sembra provenire 
dalla Siberia, ma era già conosciuta ai tempi dei romani, io
la considero la regina di molte diete: poco calorica,
voluminosa, saziante e dalle mille proprietà. 
Si prepara in tanti modi io oggi l'ho servita così







INGREDIENTI
Occorrono per 4 persone: 
300 g. fagiolini verdi, 
2 peperoni gialli, 
pomodorini, 
patate, cetrioli 
100 g. olive nere  
2 uova sode
olio, aceto balsamico,sale.

Procedimento: ho lessato i fagiolini spuntati, le patate e ho fatto raffreddare. Ho tagliato le uova sode , ho snocciolato le olive, lavato i peperoni togliendo semi e nervatura bianche e le ho tagliate a striscioline sottili
.    
ho aggiunto i pomodorini e ho tagliato il cetriolo a julienne                
A parte ho preparato un'emulsione con sale, aceto e per ultimo olio di oliva.
Pronto in tavola!

giovedì 23 gennaio 2014

CANNELLONI IMBOTTITI AL SUGO DI RAGU'



Vassoio di cannelloni pronto per essere infornato.
I cannelloni  sono una ricetta classica di pasta fresca ripiena conosciuta ovunque ma preparata in differenti modi di casa in casa. Qui vi descrivo la preparazione della ricetta fatta oramai da generazioni nella mia famiglia.

Il detto partenopeo: " Meglio muri' sazio che campa' djuno!", sottolinea il carattere di questo delizioso piatto della cucina tradizionale napoletana, grazie allo chef Salvatore Coletta che nel 1924 ci regaló questa delizia!

E' un piatto che propongo sempre durante le feste, in particolare il giorno di Natale, ma spesso lo preparo in differenti occasioni, o anche per una semplice serata in famiglia o tra amici.

Cominciamo con la preparazione!!
INGREDIENTI

Ingredienti per 4 persone: 16 sfoglie di pasta fresca all'uovo (simile a quelle per la lasagna sottili) olio extravergine di oliva,salsa passata, 300 g di puntine di maiale ( Tracchie ) 200 g di carne per ragu',200 g di di carne macinata,200 g di ricotta romana, 200 g di fior di latte, 200 g di provola, sale,parmigiano grattugiato, basilico, pepe a piacere

Prima di tutto cominciamo con cucinare la carne macinata in una padella con un filo d'olio facendola rosolare a fiamma lenta, in alternativa io preferisco farlo preparando piccole polpettine da aggiungere successivamente al ripieno.


Nel frattempo prepariamo la salsa di pomodoro in una pentola, facendo inizialmente appassire la cipolla nell'olio con la carne con le puntine di maiale e aggiungendo successivamente la passata di pomodoro. Aggiungete alcune foglie di basilico e  un pizzico di sale e lasciate cuocere il tutto per circa 4 ore.


Intanto ho preparato l'imbottitura in una ciotola capiente con: latticini tagliati a dadini, la ricotta, le polpettine fritte precedentemente prepárate, parmigiano, rimuovendo il tutto con un mestolo di sugo; aggingere sale e pepe a piacere.


Per quanto riguarda le sfoglie della pasta che comporranno i nostri cannelloni, le possiamo preparare sbollentando le sfoglie due alla volta in acqua salata, facendo attenzione a non lasciarle troppo tempo per evitare di farle attaccare fra di loro e rendere complicata la preparazione dei cannelloni.
Per semplicitá io le dispongo per pochi minuti, dopo averle scolate per bene, aperte su di un piano di lavoro pronte per essere imbottite con l'impasto di provola e ricotta ottenuto prima.
Una volta disposto il contenuto dell'imbottitura sulle sfoglie, comincio ad arrotolare i cannelloni e collocarli alternando gli strati di sugo e parmigiano grattuggiato nella teglia da forno (una qualsiasi pirofila da forno, ma anche un semplice vassoio di aluminio come ho fatto io per comoditá).
Un consiglio e' quello di sistemare i cannelloni un po' distanziati tra loro facendo in modo che lo strato di sugo ricopra i bordi di ogni cannellone facendo amalgamare il tutto grazie alla spolverata di parmigiano grattuggiato.
Adesso siamo pronti per infornare le nostre teglie di cannelloni per circa 30 minuti. In alcuni casi è possibile aggiungere a piacere uno strato finale di besciamella con un última spolverata di parmigiano grattuggiato.  Ed ecco il risultato di tanti cannelloni!

lunedì 20 gennaio 2014

BRIOCHE RUSTICA FARCITA


La Brioche Rustica pronta per essere servita.
La cucina è prima di tutto passione ed inventiva, ed in particolare un misto di magia e spesso quasi di "alchimia"tra sapori, fragranze ed ingredienti, capaci di stimolare sensazioni che non possono essere solo riconducibili al gusto.

 La BRIOCHE rustica è una di quelle esperienze che prima di deliziare il palato con il suo sapore, ancor prima di uscire dal forno vi stupirá con la sua fragranza.

Riuscirete a resistere al profumo?



INGREDIENTI
 
 
500 g di farina
1 dado di lievito di birra
1 bicchiere di latte tiepido
4 uova intere
100 g di burro
un pizzico di sale
50 g di zucchero
parmigiano grattuggiato
misto salumeria
(salame, mortadella, prosciutto, provolone)


PREPARAZIONE
Prima di tutto bisogna preparare l'impasto della nostra Brioche Rustica utilizando la farina ed il lievito sciolto e le uova.
 
Prepariamo il composto del nostro lievito di birra, ingrediente fondamentale dell'impasto, sciogliendo lo stesso in una ciotola con acqua o latte tiepido.
 
Nel frattempo su di una spianatoia orizzontale preparare la farina disponendola a fontana compattando i bordi e lasciando uno spazio centrale per aggiungere il lievito precedentemente preparato e le uova. Aggiungere il burro spezzettato per una facile lavorazione ed un pizzico di sale.


Lavorare con le mani il composto facendo attenzione a non versare il contenuto della fontana di farina sulla spianatoia e modificare cosí accidentalmente le dosi dell'impasto . Poco a poco lavorando il composto con pazienza noterete come l'impasto comincia ad essere piú morbido una volta raggiunta la consistenza giusta sará possibile staccarlo dal piano di lavoro.
 
 

 
Una volta ottenuto l'impasto morbito peró piu consistente, procedete a disporlo in un recipiente profondo tale da poter aggiungere il misto salumeria. Il misto salumeria è normalmente costituito da salame, mortadella, prosciutto e provolone, tagliato a cubetti, ma c'è chi preferisce aggiungere anche altri tipi di insaccati preparati allo stesso modo precedentemente o comprati giá preparato dal vostro salumiere.
 
Amalgamare il tutto nel recipiente e disporre l'impasto unito al misto salumetia in un ruoto a forma di ciambella precedentemente imburrato sui bordi. 
 
Lasciate che il lievito adesso faccia il suo effetto per circa 4 ore raddoppiando circa il suo volumen ed adattandosi al ruoto a ciambella.
 
 
Una volta controllata la lievitazione dell'impasto, cosi come si presenterá il nostro impasto con un volumen decisamente maggiore a come lo avevamo lasciato, la nostra Brioche è pronta per essere infornata a 180º (dipendendo dal forno, il mio richiede una temperatura piú bassa 150º ca) per circa 1 ora.
 
Come vi dicevo, ancor prima di toglierla dal forno, la nostra Brioche Rustica vi avrà gia comquistato con il suo fantástico profumo e........vedrete che bontá.!
 
 A noi piace gustarla tiepida, ma come la maggior parte delle ricette casarecce è buona anche il giorno dopo!             
 
 

sabato 18 gennaio 2014

CONTORNI ALLA NAPOLETANA



In fase di trasloco, sommersa tra scatoli e scatoloni, ho pensato come sempre di rilassarmi preparando qualcosa di buono per rimettermi in forze.

Questa volta per deliziare alcuni amici mi è venuta voglia di preparare un buon antipasto facile da fare in un qualsiasi momento della giornata, anche quando stanno per smontarti tutti gli elettrodomestici.

Un típico Contorno alla Napoletana con zucchine a listarelle, finocchi fritti, zucchine, melanzane a funghetto...............


 INGREDIENTI
6 finocchi,
6 carciofi,
1 kg di melanzane lunghe,
1 kg di zucchine,
3 uova,
farina, sale, basilico,
pomodoro e pomodorini,
olio per friggere, olio extra vergine,
Insaccati per l'antipasto con olive e carciofini sott'olio a piacere.




PREPARAZIONE MELANZANE A FUNGHETTO

Per le melanzane a funghetto prima di tutto bisogna lavare le melenzane sotto acqua corrente e cominciare a tagliare i bordi finali e, senza tagliare la buccia, con un coltello tagliare le melanzane a fette e poi a listarelle per ottenere i nostri "funghetti".

Una volta tagliate le melanzane a dadini lasciarle in ammollo  in un recipiente con acqua e sale per una decina di minuti. Cosi facendo le melanzane non assorbono molto olio. In passato questo procedimento era utilizzato per eliminare il gusto amaro della buccia, oggi non puño necesario dovuto alla produzione di melanzane di serra.



Dopo 10 minuti facciamo scolare le melanzane e le adagiamo su una superficie orizzontale e facendo pressione con le mani in un canovaccio le asciughiamo per preparale alla frittura.

Adesso possiamo friggere in olio bollente i nostri funghetti fino a farli dorare. Scolare con una scumarola le melanzane e lasciarli in un piatto con carta assorbente per eliminare l'olio in eccesso.

Una volta preparati i pomodorini pachino, o tagliato i pomodori, in una nuova padella con olio d'oliva extra vergine e uno spicchio d'aglio siamo pronti per insaporire le melanzane. Aggiungere i pomodorini e una volta servite nel piatto mettiamo una foglia di basilico e un pizzico di sale a piacere.


Ecco il nostro delizioso piatto di melanzane a funghetti.


PREPARAZIONE CARCIOFI E FINOCCHI FRITTI

La ricetta dei carciofi e dei finocchi fritti, è una di quelle ricette familiari dei giorni di festa, che ricordo preparare da mia madre come antipasto o contorno nei tipici pranzi del giorno di pasqua.


Per non far annerire i carciofi prima di friggerli é necesario metterli in una ciotola con acqua e limone per circa 15 minuti.

Nel frattempo ho tagliato i finocchi a fette sottili ed ho iniziato a preparare la farina in un piatto da usare successivamente per passare i carciofi ed i finocchi prima di friggerli. A parte preparare 3 uova sbattute in un piatto fondo pronte per impregnare le verdure prima della frittura.

Una volta infarinati i carciofi e le fette di finocchi, prima nella farina e poi nell'uovo, friggiamo le verdure in una padella con olio per friggere bollente.



Per verificare che l'olio sia in temperatura, provate con lo stuzzicadenti, se attorno ad esso si formano delle bollicine significa che la temperatura dell'olio è ottima per friggere e non si impregnano di olio.



Una volta scolate le verdure possiamo adagiarle in un piatto con carta assorbente per eliminare l'olio di frittura ed infini disporle in un piatto di portata e servirle calde.

 


Come accompagnamento alle verdure fritte ho preparato degli affettati di capicollo e salame nel piatto di portata insieme ad un antipasto di olive verdi insaporite piccanti e dei carciofini sott'olio ed ho messo tutto in tavola.

 


 

venerdì 3 gennaio 2014

STRUFFOLI NAPOLETANI

STRUFFOLI




Carissimi amici auguro a tutti un anno vero ricco di momenti magici fatti di grandi sentimenti e di  soddisfazioni!
Ogni famiglia propone a tavola i sapori delle proprie tradizioni, in Campania si usa preparare come dolce natalizio gli struffoli, piccole sfere ricoperte di miele e diavulilli ( confettini colorati) e poi i mustaccioli al cioccolato, i roccoco' e i susamielli

Gli struffoli sono stati inventati dai greci che li hanno portati nel golfo di Napoli al tempo di Partenope e dal greco deriva il nome " struffolo" e precisamente dalla parola " strongoulos " arrotondato, altri invece dicono che la parola derivi da strofinare perche' chi lavora la pasta si arrotola a cilindro prima di tagliarla in palline, oppure si dice che solletica il palato per la sua bonta'.


La mia ricetta degli struffoli e' questa:

INGREDIENTI

 Ingredienti per l'impasto. farina 500 g
uova 3 piu' 3 tuorli
zucchero 100 g
burro 70 g
un pizzico di sale
un cucchiaio di brandy o strega
olio per friggere

Ingredienti per la rifinitura: miele 300 g

3 dita di acqua
zucchero 50 g
diavolilli ( confettini colorati)
frutta candita a piacere

Procedimento: preparare l'impasto sul piano da lavoro ,





porre al centro della farina tutti gli ingredienti e impastare bene, formare tanti cilindri e tagliare come si procede per gli gnocchi friggere in olio bollente e sgocciolare.




 Poi porre le palline fritte in una pentola con il miele , lo zucchero e un po' di acqua e girare sul fuoco per pochi minuti aggiungendo i confettini e sistemarli nel piatto.



   Ecco fatto. Buon Divertimento!