venerdì 14 marzo 2014

Danubio napoletano


Danubio napoletano

Carissimi amici dopo tanto tempo, sono qui ,  finalmente! Questa volta  son riuscita a trovare la ricetta giusta per questo rustico sfizioso e che consiglio di preparare in qualsiasi occasione.  
La cucina napoletana ha antichissime radici storiche,Importantissimo è stato l'apporto della fantasia e creatività dei napoletani nella varietà di piatti e ricette oggi presenti nella cultura culinaria partenopea.
Mi rende felice quando sono soddisfatta del risultato delle mie ricette, proprio una sensazione di euforia!!

Ingredienti:

400 gr di farina, 1 patata media, 50 gr di burro, 2 uova, 1 cubetto di lievito di birra (25 gr), 1/2 bicchiere di latte, 50 gr   formaggio grattugiato, Sale qb, 1 cucchiaio di zucchero.Per il ripieno 300 g di misto salumeria( salame, provolone, mortadella) si può fare anche in altri modi,  anche verdure tipo scarola cotta, o salsicce e friarielli) 1 uovo per spennellare

Preparazione: Lessare la patata intera e poi spellarla, schiacciarla e farla diventare a purè. Mescolarla insieme alla farina, al burro precedentemente ammorbidito, al sale, allo zucchero, alle uova e al formaggio. Mettere a sciogliere il cubetto di lievito di birra nel latte e unirlo all’impasto. Se l’impasto dovesse risultare troppo morbido aggiungere un altro po’ di farina.
Una volta impastato per bene metterlo in una ciotola a lievitare coperto da un tovagliolo. Dovrà lievitare per due ore, dovrà praticamente raddoppiare di volume. Nel frattempo tagliare a cubetti il misto .




Trascorso il tempo di lievitazione riprendere l’impasto e dividerlo in tante palline uguali, dovrebbero venirne circa 15/16. Prendere ogni pallina,allargarla al centro e metterci un po’ di  ripieno
                                                                                                                                                                                                                                               














 poi richiuderla per bene rotolandola tra le mani per dargli nuovamente la forma tondeggiante e disporle  in una teglia tonda imburrata partendo dal centro e proseguendo man mano a cerchio formando il disegno tipico del danubio e lasciarle lievitare per un altra ora (è meglio far capitare la parte richiusa delle palline sotto). Nel disporre le palline nella teglia,lasciare un po’ di spazio tra di loro    (1 centimetro) per la lievitazione.                                                                                                        

                                                                                    Alla fine quando lieviteranno si gonfieranno attaccandosi fra di loro,  spennellare le palline con un uovo sbattuto per farle dorare e infornare a 180° per circa 40 minuti. 
,