giovedì 13 novembre 2014

Tiella gaetana con alici

TIELLA CON ALICI
Sono stata a Gaeta con gli amici e ci siamo fermati a cenare in un ristorante sul lungomare, per la prima volta ho provato la famosa "Tiella" , ho subito chiesto la ricetta perche' l'ho trovata squisita , questa che propongo e' con le alici, ma si puo' fare anche con i polipi.

Nel 2005 ha ottenuto il marchio Denominazione Comunale d'Origine De.Co.


Il re  Ferdinando IV di Borbone ne era un grande estimatore. Sembra, infatti, che il sovrano nei suoi soggiorni a Gaeta preferisse confondersi con gli abitanti del borgo marinaro e contadino posto fuori le mura e fu in questi luoghi che scopri' la tiella, da lui considerata “primo, secondo e terzo”. Ed anche l'aristocrazia cominciò ad apprezzarla, in particolare quella con i calamaretti, pregiatissima; mentre sarde, alici, scarola e baccalà erano le più diffuse tra il popolo del borgo marinaro e contadino che ancora oggi ne custodisce il segreto. 

Dopo la caduta del regno Borbonico nel 1860 divenne pasto principale per tutti gli emigranti che fino agli anni '50 lasciavano Gaeta alla ricerca di un lavoro  
Pietanza povera, dimenticata nel periodo del boom economico, 
negli ultimi anni è ritornata alla ribalta per la sua innegabile bontà ed è apprezzata e ricercata sia dai turisti che dagli abitanti dei paesi vicini.



Occorre:
600 gr. di alici
3 spicchi di aglio
peperoncino
qualche oliva di Gaeta 
prezzemolo
6 pomodorini pachino
Pasta sfoglia ( a piacere si puo' preparare la sfoglia con il burro)
Preparare la pasta sfoglia:
500 g di farina bianca, 
20 grammi di lievito di birra, 
5 cucchiai di olio extravergine d’oliva, 
200 grammi di acqua tiepida, 
sale.
Far crescere l'impasto per 30 minuti

Procedimento:
Intanto cominciate a preparare le alici, diliscarle, aprirle a libro e metterle a macerare nel vino bianco, peperoncino, 1 spicchio d'aglio tritato, per 1 ora e 30.

Appena saranno pronte strizzatele bene, aggiungere i rimanenti spicchi di aglio a pezzetti, le olive di Gaeta snocciolate e fatte a pezzettini, qualche pezzetto di peperoncino, i pomodorini precedentemente fatti scolare e tagliati a pezzettini, il prezzemolo e mischiare con le mani bene.


Con il matterello tirare una sfoglia rotonda, sistemare tutto il composto di alici in una teglia oliata e coprite con l'altra sfoglia.
Formare un cordoncino e bucherellate con i rebbi della forchetta. irrorare con altro olio ed infornare a 180° per 40 m


Si puo' anche imbottire al posto delle alici,i calamaretti o polipetti, che poi vanno tagliati a pezzettini. A questi si aggiungono i filetti di pelati, i capperi, le olive, il prezzemolo fresco, il sale, l'olio e il peperoncino.